Studio: mangiare più fibre riduce il rischio di malattie cardiache

Una nuova ricerca offre ancora un altro motivo per gli americani per prendere a cuore i consigli sugli alimenti ricchi di fibre.

Uno studio pubblicato giovedì in BMJ mostra che le persone che indulgono in cibi ricchi di fibre sia solubili che insolubili godono di ridotti rischi di malattie cardiovascolari e malattie coronariche. Solo sette grammi in più di fibre al giorno hanno ridotto significativamente il rischio di entrambe le condizioni.

I benefici salutari delle fibre integrali come la farina d’avena sono stati propagandati per decenni. Ma la notizia che anche altre forme di fibra offrono protezione significa che le persone hanno più scelte quando creano un pasto sano. 

Diane Threapleton, ricercatrice presso il Università di Leeds nel Regno Unito, ha esaminato più di 20 studi condotti nel corso di più di due decenni. Le informazioni sono state raccolte da sei database e includevano soggetti negli Stati Uniti, Europa, Australia e Giappone.

Esplora il sistema digerente in 3D »

Ogni fibra ha il suo obiettivo

Threapleton ha scoperto che diversi tipi di fibre aiutano il cuore in modi diversi. La fibra solubile ha avuto un maggiore impatto sulla riduzione del rischio di malattie cardiovascolari; le fibre di cereali erano migliori nel prevenire la malattia coronarica. 

La fibra insolubile tende a essere trovata negli alimenti voluminosi che ci fanno sentire pieni. Questo ci fa mangiare di meno, il che può essere utile per chi cerca di perdere peso. 

Dai un’occhiata ai 20 migliori blog sulla perdita di peso del 2013 »

Le fibre solubili tendono a subire una parziale fermentazione e digestione nel colon da parte dei batteri, ha detto Threapleton a Healthline. Questo porta a una reazione a catena che riduce il colesterolo. “Questi grassi inibiscono la sintesi naturale del colesterolo nel fegato per aiutare a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue”, ha detto.

Le malattie cardiache sono ancora il killer numero uno negli Stati Uniti, secondo le nuove statistiche rilasciate dall’American Heart Association. Una persona su sei negli Stati Uniti muore di malattie cardiache o una persona ogni 90 secondi.

Medicina non spiacevole

Ottenere sette grammi di fibre al giorno è semplice come mangiare da due a quattro porzioni di frutta o verdura. Una porzione di farina d’avena a colazione e una piccola porzione di fagioli a pranzo o cena soddisferanno anche il requisito.

“I problemi principali per i non consumatori di cereali integrali sembra essere la percezione di un profilo di gusto peggiore, la mancanza di conoscenza sui diversi tipi di cereali integrali e la mancanza di base di comprensione su come cucinare questi alimenti”, ha detto Threapleton. “Ad esempio, la farina d’avena è una colazione semplice da preparare e nutriente. Le persone possono scegliere di acquistare pasta e pane integrali al posto di tipi raffinati e probabilmente si abitueranno a gusti diversi “.

Scelte di fibre deliziose

Lise Gloede, un dietista di Washington, DC ed educatore certificato per il diabete, ha detto che la fibra ti riempie, abbassa il colesterolo e aiuta anche a controllare gli zuccheri nel sangue. “Mi sembra un buon affare”, ha detto a Healthline. “Passa i cibi vegetali, per favore!”

Gloede consiglia una colazione a base di farina d’avena con frutti di bosco o fiocchi di crusca con banane. Anche le verdure arrostite, come il cavolfiore e i cavoletti di Bruxelles, sono diventate scelte di fibre popolari. I popcorn con poco o nessun burro sono sempre una scelta sana e ricca di fibre rispetto alle patatine fritte, ha aggiunto. Prova ad aggiungere i fagioli a un’insalata oa mangiare una zuppa di lenticchie o fagioli di tanto in tanto.

Scarica le 11 migliori app per telefoni con stile di vita sano »

“Le modifiche all’ingrosso alla dieta spesso non sono necessarie e la semplice sostituzione dei carboidrati raffinati con le versioni più ricche di fibre e meno raffinate, nonché mirare a un maggiore apporto di frutta e verdura, porterà il paziente medio a fare molta strada verso il raggiungimento degli obiettivi di fibra”, Ha detto Threapleton. 

Elisabetta Politi, dietista presso Duke University, ha detto a Healthline che questa ricerca mostra l’importanza di ottenere fibre da una varietà di cibi integrali. “Non sbaglieremo se mangiamo cibo nella sua forma naturale che non viene elaborato o raffinato”, ha detto.

Lascia un commento