Nodulo sul pene: possibili cause, sintomi e trattamenti

Per molte ragioni possono comparire grumi e protuberanze sul pene e sulle zone inguinali vicine. La maggior parte di loro non è davvero nulla a cui pensare. Ma alcune cause, come le infezioni a trasmissione sessuale, possono causare protuberanze, piaghe o lesioni insolite o dolorose che dovrai far controllare dal tuo medico.

Continua a leggere per scoprire le 10 cause più comuni di noduli sul tuo pene e quali dovrebbero richiedere un viaggio da un medico.

1. Macchie

Diversi tipi di macchie possono verificarsi praticamente ovunque sul tuo corpo, compreso il tuo pene. Questi includono cisti, brufoli e peli incarniti.

Le cisti sono protuberanze solide o dure piene di liquido che possono apparire sul tuo pene. Potresti avere una ciste se:

  • corrisponde strettamente al colore e alla consistenza della pelle circostante
  • non si sente doloroso al tatto, ma può essere un po ‘sensibile
  • non cambia forma, ma si ingrandisce nel tempo

Se vengono scoppiate, l’area intorno a una ciste può diventare dolorante o infetta. Le cisti altrimenti non hanno bisogno di essere trattate e possono andare via da sole in poche settimane.

I brufoli si verificano quando l’olio o lo sporco rimangono intrappolati in un poro della pelle, causando la formazione di pus e batteri. Possono essere conditi con una sostanza bianca o nera. Non hanno bisogno di essere trattati e in genere scompaiono in poche settimane o meno da soli, proprio come i brufoli sul viso.

I peli incarniti si verificano quando un pelo corto (spesso rasato di recente) torna indietro nel suo follicolo mentre cresce. Alcuni sintomi comuni includono:

  • punto scuro in cui si trovano i capelli
  • pieno di liquido o pus
  • prurito o irritazione

I peli incarniti di solito non hanno bisogno di cure e vanno via in poche settimane o meno. Ma possono essere infettati e richiedere antibiotici o rimozione dei peli incarniti con una pinzetta.

2. Mole

Puoi ottenere nei della pelle scura quasi ovunque sul tuo corpo, compreso il tuo pene. Chiamato anche nevo, un neo è causato dalle cellule della pelle che producono troppa melanina, il pigmento che comprende il colore della pelle, in una singola piccola area piuttosto che su tutta la pelle.

Le talpe sono innocue e non vale la pena preoccuparsi. Potresti persino arrivare ovunque Da 10 a 40 moli sul tuo corpo per tutta la vita, principalmente su viso, braccia, gambe e altre aree che sono molto esposte al sole. Tieni d’occhio le talpe che diventano più grandi, più frastagliate o ruvide al tatto: possono diventare cancerose.

Non è necessario rimuovere le talpe. Non cercare di rimuoverli a casa, poiché molti trattamenti casalinghi possono effettivamente essere dannosi. Rivolgiti al tuo dermatologo per far tagliare il neo in modo sicuro (asportato) o rasarlo con una piccola lama.

3. Papule perlacee del pene

Le papule perlacee del pene sono piccole protuberanze sul tuo pene dello stesso colore della pelle in quella zona. Non è chiaro cosa li causi, ma sono innocui e potrebbero essere solo lasciati da te sviluppato nel grembo materno.

Di solito compaiono intorno alla testa del pene e, anche se tendono ad assomigliare a piccoli brufoli, non provocano prurito e non producono alcun liquido. Inoltre tendono a sembrare meno prominenti o scompaiono completamente con l’avanzare dell’età.

Ecco i segni rivelatori delle papule perlacee del pene:

  • guarda e ti senti liscia
  • sembrano molto piccoli o filiformi
  • sono generalmente da 1 a 4 millimetri di diametro
  • forma in file intorno alla testa del pene

Queste papule sono innocue e non hanno bisogno di cure, ma puoi parlare con il tuo medico delle opzioni per rimuoverle.

4. Macchie Fordyce

Le macchie Fordyce sono piccole protuberanze che possono presentarsi sul tuo pene o sul tessuto circostante, come lo scroto. A differenza delle papule perlacee del pene, tendono ad essere di colore giallastro e non si formano in gruppi o file regolari. Possono formarsi in gruppi.

Quasi tutti sono nati con macchie Fordyce (circa 70 per cento 80 degli adulti lo sono), ma diventano più grandi e più visibili quando le ghiandole sebacee a cui sono associati crescono durante la pubertà.

Le macchie Fordyce non hanno bisogno di essere trattate e generalmente scompaiono con il tempo. Ma sono disponibili opzioni di rimozione, come la terapia laser. Parla con il tuo medico per saperne di più.

5. Angiocheratomi

Gli angiocheratomi sono piccole protuberanze rosso vivo che compaiono in piccoli gruppi quando i vasi sanguigni vicino alla pelle si ingrossano o si dilatano. Sono ruvidi al tatto e possono diventare più spessi nel tempo.

Non è chiaro cosa le causi esattamente in ogni caso, ma le cause possibili più comuni includono l’ipertensione (pressione alta) o condizioni che colpiscono i vasi sanguigni vicino al pene, come le emorroidi o il varicocele (vene dilatate nello scroto).

Gli angiocheratomi di solito non scompaiono e tendono ad essere innocui. Ma possono essere un sintomo di una condizione della funzione cellulare come la malattia di Fabry, soprattutto se compaiono insieme a sintomi come sanguinamento insolitamente frequente. Rivolgiti al medico se noti questi grumi rossi.

6. Linfoceli

I linfoceli si verificano quando compaiono grumi o gonfiore sul tuo pene dopo aver fatto sesso o masturbato. Derivano dal blocco dei canali linfatici, che trasportano il fluido linfatico chiaro in tutto il corpo per aiutare il sistema immunitario.

Questi grumi di solito scompaiono poco dopo la loro comparsa e non hanno bisogno di essere trattati. Sono un effetto collaterale comune di un intervento chirurgico per condizioni della prostata, come la rimozione della prostata (prostatectomia). Ciò può causare il blocco dei canali linfatici e può causare altri sintomi, come un’infezione del tratto urinario (UTI) e dolore pelvico.

Rivolgiti immediatamente al medico se noti uno di questi sintomi insieme ai linfoceli per evitare ulteriori complicazioni.

7. Infezioni a trasmissione sessuale

Alcune infezioni a trasmissione sessuale (IST) possono causare la comparsa di noduli o protuberanze sul tuo pene o sulla pelle circostante se hai rapporti sessuali orali, anali o genitali non protetti con qualcuno che è infetto.

Alcune di queste malattie sessualmente trasmissibili includono:

  • Herpes genitale: un’infezione virale che causa vesciche pruriginose e infette causate dal virus dell’herpes simplex, che è curabile con farmaci antivirali per ridurre i focolai
  • Sifilide: un’infezione batterica che può causare eruzioni cutanee e piaghe dolorose, che è curabile con antibiotici o un’iniezione di penicillina per la sifilide allo stadio iniziale
  • Verruche genitali: escrescenze irregolari simili a cavolfiori causate dal papillomavirus umano (HPV), trattabili con antibiotici topici o rimozione chirurgica
  • Mollusco contagioso: un’infezione virale della pelle che si traduce in piccole protuberanze lisce e lucenti riempite con una sostanza simile alla cera, curabile con la rimozione chirurgica

8. Lichen planus

Il lichen planus è un tipo di eruzione cutanea che deriva dall’attacco del sistema immunitario alle cellule della pelle.

I sintomi comuni del lichen planus includono:

  • protuberanze violacee e piatte che si diffondono solo settimane o mesi dopo la comparsa
  • prurito
  • vesciche piene di liquido che esplodono e si formano croste
  • prurito nel sito dell’eruzione cutanea
  • lesioni biancastre in bocca, che possono essere dolorose o causare una sensazione di bruciore
  • vesciche che scoppiano e diventano croste
  • sottili linee bianche sull’eruzione cutanea

Il lichen planus non è sempre motivo di preoccupazione, anche se può rendere la pelle pruriginosa e scomoda. Per i casi più gravi, il medico può raccomandare trattamenti, come retinoidi, corticosteroidi e antistaminici, tra le altre cose.

9. La malattia di Peyronie

La malattia di Peyronie si verifica quando il tessuto cicatriziale, o la placca, si forma sull’asta del pene e provoca un nodulo o una fascia di tessuto evidente. Questo è noto come “waisting” o “bottlenecking”. Non è certo quante persone abbiano questa condizione, ma fino a 1 persona su 11 con peni può sperimentare la curvatura del pene correlata alla malattia di Peyronie.

Questo tessuto cicatriziale si trova solitamente sulla parte superiore del pene, ma può anche apparire sui lati o sul lato inferiore del pene. Nel tempo, il tessuto tende a indurirsi a causa dell’accumulo di calcio, rendendo le erezioni curve verso l’alto o su un lato e spesso dolorose. Questo può rendere difficile il sesso e può persino restringere il pene.

Il trattamento per la malattia di Peyronie può includere:

  • farmaci iniettabili per ridurre l’accumulo di collagene
  • ionoforesi che utilizza correnti elettriche per inviare farmaci al tessuto attraverso la pelle
  • dispositivi di trazione del pene per l’allungamento del pene
  • dispositivi per il vuoto (pompe per il pene) per raddrizzare il pene
  • estendere, accorciare o raddrizzare il pene attraverso un intervento chirurgico
  • impianto penieno

10. Cancro

Il cancro del pene, o cancro del pene, è un raro tipo di cancro del tessuto del pene e della pelle – solo circa 2,080 nuovi casi sono stati segnalati nel 2018.

Con il cancro del pene, i grumi sotto forma di tumori si sviluppano dalla crescita di cellule precedentemente sane che sono diventate cancerose.

Il sintomo più evidente del cancro del pene è un grumo anormale di tessuto sul pene. All’inizio, può sembrare solo un tipico urto, ma può diventare molto più grande e iniziare a sembrare rosso, irritato o infetto. Altri sintomi possono includere:

  • prurito
  • sensazione di bruciore sulla pelle o quando fai pipì
  • scarico insolito
  • arrossamento o ingrigimento della pelle del pene
  • ispessimento della pelle del pene
  • emorragia
  • eruzione cutanea o irritazione
  • gonfiore intorno al pene nei linfonodi

I trattamenti per il cancro del pene dipendono dal fatto che stia interessando solo la pelle oi tessuti del pene (non invasivo) o si sia diffuso ai tessuti circostanti (invasivo).

I trattamenti non invasivi possono includere la rimozione del prepuzio (circoncisione), la chemioterapia per distruggere le cellule tumorali o la criochirurgia per congelare e rompere i tumori.

I trattamenti invasivi possono includere la rimozione chirurgica del tessuto canceroso del pene o dell’intero pene (penectomia) e, se necessario, del tessuto circostante.

Quando vedere un dottore

Rivolgiti al tuo medico se noti un nuovo nodulo, protuberanza o macchia sul tuo pene dopo aver fatto sesso non protetto, specialmente dopo aver fatto sesso con un nuovo partner per la prima volta.

Altri sintomi che il medico deve verificare includono:

  • dolore durante l’erezione o l’eiaculazione
  • brucia quando fai pipì
  • sentirsi come se dovessi fare pipì più spesso
  • scarico dal pene insolitamente colorato o maleodorante, in particolare scarico colorato o maleodorante
  • piaghe aperte che si incrinano e sanguinano
  • vampate di calore o brividi
  • febbre
  • sentirsi insolitamente stanchi
  • perdita di peso anormale

La linea di fondo

In genere non devi preoccuparti di un nodulo sul tuo pene.

Ma se ultimamente hai avuto rapporti sessuali non protetti e hai iniziato a notare sintomi insoliti, o stai riscontrando altri sintomi anormali insieme a un nuovo nodulo sul tuo pene, consulta subito il medico per una diagnosi.

Lascia un commento