Gli infermieri maschi sono in aumento: soddisfare un bisogno e guadagnarsi da vivere

Quando un alcolista diventa indisciplinato durante la disintossicazione, le infermiere dell’UnityPoint Health-Trinity a Rock Island, Illinois, sanno chi chiamare nella loro squadra.

O se un uomo anziano con demenza diventa combattivo e inizia a urlare contro sua moglie, anche questo membro del team può aiutare.

Entra John Lanning, un uomo muscoloso che è un veterano del combattimento marino, marito, padre e istruttore di arti marziali. È anche un’infermiera registrata (RN).

“Sono passato dal prendere vite al salvarle, e per me era qualcosa di cui avevo bisogno”, ha detto Lanning in un’intervista a Healthline.

In alcuni casi, i pazienti richiedono Lanning o un uomo in generale. Vogliono la sicurezza di sapere che una persona forte non li lascerà cadere.

“Le persone rispondono in modo diverso a un maschio che è assertivo rispetto a una donna”, ha aggiunto Lanning. “E alcune persone si adattano bene e altre no.”

Gli uomini costituiscono solo l’11% degli infermieri registrati negli Stati Uniti, secondo l’American Community Survey del 2013. L’Assemblea americana per gli uomini in infermieristica spera di pompare questa statistica al 20 per cento entro il 2020. Nel 1970, gli uomini rappresentavano solo il 2.7 per cento degli infermieri registrati.

infermiereJohn Lanning, infermiera dell’Illinois Fonte immagine: UnityPoint Trinity

“In precedenza, decenni di barriere legali tenevano gli uomini fuori dal campo e le scuole per infermieri spesso si rifiutavano di ammettere gli uomini”, ha scritto l’autrice Liana Christin Landivar nel 2013 American Community Survey evidenziare il report per gli uomini nelle professioni infermieristiche.

L’esclusione dalla scuola per infermieri è stata ritenuta incostituzionale dalla Corte Suprema degli Stati Uniti in una causa intentata contro una scuola statale nel 1981.

“Le scuole stanno ora perseguendo attivamente una maggiore iscrizione maschile nei loro programmi di infermieristica”, ha scritto Christin. “I salari relativamente alti e le opportunità di lavoro in espansione rendono questo campo attraente, offrendo stabilità anche durante le recessioni”.

Notizie correlate: Il tuo lavoro da colletti bianchi ti sta uccidendo? »

I diritti delle donne hanno aperto il settore infermieristico agli uomini?

In un’intervista con Healthline, Peter McMenamin, un economista sanitario per l’American Nurses Association, ha spiegato che anche il movimento per i diritti delle donne degli anni ‘1960 e ‘1970, paradossalmente, ha contribuito ad aprire la porta agli uomini che entrano nell’assistenza infermieristica.

Le donne hanno lasciato l’allattamento per ottenere lavori con un maggiore potenziale di guadagno che era stato tradizionalmente riservato agli uomini, ha detto McMenamin. Gli uomini, che per decenni avevano ricevuto la spalla fredda dall’industria infermieristica, furono improvvisamente accolti a braccia aperte.

Non ci volle molto neanche agli uomini per salire sulla scala salariale. Un articolo in Journal of the American Medical Association il mese scorso ha mostrato che gli infermieri maschi registrati guadagnano circa $ 5,100 in più all’anno rispetto alle infermiere donne. La ricerca non ha esaminato se sia possibile che gli uomini vengano pagati di più perché vengono attivamente reclutati, soprattutto come gruppo minoritario in questa professione.

Proprio come le donne che volevano andare oltre il lavoro in cui erano state incasellate, Fab Cabrera di Tampa, in Florida, si dedicò all’infermiera per fare buoni soldi facendo qualcosa che amava.

Cabrera è passato da paramedico a infermiere perché poteva guadagnarsi da vivere per aiutare la sua famiglia, ma anche essere in grado di trascorrere del tempo di qualità con loro.

La settimana lavorativa di tre giorni e 36 ore al Brandon Hospital, insieme al buon stipendio, ha reso l’assistenza infermieristica un campo attraente, ha detto Cabrera, anche se essere un infermiere in una professione dominata dalle donne non è sempre facile.

Notizie correlate: Una nuova generazione di papà si destreggia tra lavoro e educazione dei figli »

L’immigrato capovolge la situazione a chi lo dubitava

Cabrera è la quintessenza della storia di successo degli immigrati americani, ma il suo successo non è venuto senza fatica. Si è trasferito negli Stati Uniti all’età di 20 anni da El Salvador. Non conosceva una parola di inglese.

“Non parlavo la lingua, quindi ho lavorato; è quello che facciamo, sai “, ha detto a Healthline. “Ho scoperto molto presto che era qualcosa che non volevo fare molto”.

Nonostante la barriera linguistica, è andato a scuola per diventare un paramedico.

“Dove ho studiato come medico, in una piccola città della Florida chiamata Davie, avevano un attivo capitolo del KKK”, ha ricordato Cabrera.

Cabrera ha detto che l’insegnante gli avrebbe fatto leggere ad alta voce in modo che la classe potesse deridere il suo accento. Dice che lei gli ha detto che stava “occupando spazio”.

Fab Cabera, infermiera della Florida Fonte dell’immagine: Cortesia

Su 36 persone nella classe, 34 erano uomini. Dopo un decennio come medico, Cabrera è passato all’assistenza infermieristica utilizzando un programma online attraverso un college comunitario. Non aveva idea che il campo sarebbe stato così dominato dalle donne.

“Nella cultura medica, è molto maschilista – non hai nemmeno molti ragazzi gay fuori dall’armadio”, ha detto. “Le pozze d’acqua negli ospedali sono stazioni di cura. Non voglio parlare di diete. Non voglio parlare di trucco. Non voglio parlare di uomini. “

Necessità di entrambi i sessi alla stazione degli infermieri

Lo stato della Florida in Il 2008 ha lanciato una campagna chiamato, “Sei abbastanza uomo per essere un’infermiera?” I cartelloni pubblicitari sono spuntati in tutto lo stato che mostravano infermiere maschili, attraenti e che rappresentavano una vasta gamma di sfondi.

Inoltre, il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti ha da tempo un programma per aiutare gli ex medici militari a entrare nell’assistenza infermieristica.

Il recente articolo JAMA e l’American Community Survey del 2013 hanno rilevato che gli uomini in infermieristica tendono ad occupare posizioni retribuite di livello più alto, come gli anestesisti infermieri. Cabrera ha detto che essere un infermiere anestesista in un ambiente chirurgico è un lavoro più impegnativo che può attrarre gli uomini.

“Siamo molto orientati al compito. So come andare a lavorare, fare il mio lavoro e devo farlo bene perché devo provvedere a mia moglie e mio figlio “, ha detto. “Le donne, credo, hanno bisogno di più di un compito. Hanno bisogno di una causa. È una chiamata. Hanno lasciato i figli a casa. Diventano incredibilmente coinvolti emotivamente nel lavoro. ”

Bruce Bailey è responsabile dell’occupazione delle risorse umane per UnityPoint Health-Trinity, che serve l’area metropolitana di Quad-Cities di Iowa e Illinois. In una dichiarazione, ha detto a Healthline che il sistema sanitario sta reclutando attivamente infermieri “con stipendi competitivi” in diversi dipartimenti.

Il sistema ospedaliero ha recentemente ampliato il suo campus di Rock Island per includere un dipartimento di emergenza all’avanguardia e un centro cardiaco, e sta attivamente reclutando anche infermieri.

“C’è stata una carenza di assistenza infermieristica per un bel po ‘di tempo, e lo sentiamo di più ora nel Midwest”, ha detto Bailey.

Con l’invecchiamento della generazione del baby boom e sempre più persone ottengono un’assicurazione sanitaria ai sensi dell’Affordable Care Act, la necessità di infermieri ha continuato a crescere.

“La tendenza dei maschi che entrano nei ranghi infermieristici è in costante aumento da molti anni, e lo stigma un tempo associato agli infermieri maschi è stato a lungo dimenticato, in quanto sono una risorsa affidabile proprio accanto all’infermiera femminile”, ha detto Bailey. “Ciò è dimostrato dal fatto che stiamo anche assistendo a un aumento dei maschi nell’assistenza infermieristica in posizioni di comando”.

Notizie correlate: Le 5 professioni più in forma e più grasse »

Da CNA a RN: Journey to Better Life

Travis Grimm ha ottenuto per la prima volta il certificato di assistente infermieristico certificato (CNA) e ha iniziato a lavorare nelle comunità di cura della memoria nel Midwest. Ora lavora come infermiere registrato presso la stessa struttura di Cabrera.

Come molti americani, è stato spinto a conseguire la laurea in infermieristica dal desiderio di guadagnarsi da vivere meglio. Sapeva di voler prendersi cura degli altri da molto tempo.

E ha detto che alla maggior parte delle donne non importa se un uomo si prende cura di loro. Ha detto che di tanto in tanto una paziente donna chiederà un CNA femminile per aiutare ad andare in bagno.

“Ma anche questo è stato raro. Tutti i loro medici sono maschi. Il paramedico che li ha raccolti era un maschio “, ha detto Grimm. “Non credo che la vedano come una professione dominata dalle donne. Penso che vogliano solo un’assistenza di qualità rispetto al genere “.

Grimm ha detto che si aspetta che più uomini andranno in infermieristica per la buona paga, i vantaggi competitivi e un programma che consenta a una persona di avere un lavoro e una vita personale. Le statistiche mostrano che le iscrizioni degli uomini alle scuole per infermieri sono in aumento.

Il consiglio di Grimm per gli uomini che prendono in considerazione l’allattamento?

“Si tratta di prendere decisioni critiche. È veloce e il tuo giudizio clinico è la chiave di quello che stai facendo. Stai lavorando in modo indipendente come Marina militare “, ha detto.

“Incontri persone in un momento così onesto della loro vita”, ha aggiunto Cabrera. “Conosci le famiglie e vedi che apprezzano il tuo coinvolgimento”.

E per gli uomini preoccupati di come potrebbero essere percepiti entrare in un campo dominato dalle donne?

“Quelle persone non lo taglierebbero mai”, ha detto Grimm. “È meglio che tu abbia un lato gentile.”

Notizie correlate: infermieri oberati di lavoro e carenza di personale in prima linea »

Lascia un commento