È normale perdere un ciclo? Quando preoccuparsi

Nessun periodo questo mese? Cerca di non impazzire. È normale perdere un periodo una volta ogni tanto. Potrebbe essere solo la risposta del tuo corpo allo stress o ai cambiamenti nelle tue abitudini alimentari o di esercizio. Ma a volte può anche essere un segno di un problema più ampio.

Ecco uno sguardo a 10 potenziali motivi per cui zia Flo potrebbe lasciarti in sospeso.

1. Sei stressato

Il sistema di risposta allo stress del tuo corpo è radicato in una parte del tuo cervello chiamata ipotalamo. Anche se potresti non essere più in fuga dai predatori, il tuo corpo è ancora programmato per reagire come se lo fossi.

Quando il tuo livello di stress raggiunge il picco, il tuo cervello dice al tuo sistema endocrino di inondare il tuo corpo con ormoni che attivano la tua modalità di lotta o fuga. Questi ormoni sopprimono le funzioni che non sono essenziali per sfuggire a una minaccia imminente, comprese quelle del sistema riproduttivo.

Se sei molto stressato, il tuo corpo può rimanere in modalità lotta o fuga, il che può farti interrompere temporaneamente l’ovulazione. Questa mancanza di ovulazione, a sua volta, può causare periodi mancanti.

2. Hai perso o guadagnato peso

Gravi cambiamenti nel peso corporeo possono portare a una condizione nota come amenorrea secondaria, il che significa perdere il ciclo per tre mesi o più. Questo è particolarmente comune quando il tuo indice di massa corporea subisce un rapido cambiamento.

Aumenti o diminuzioni estreme del grasso corporeo possono portare a uno squilibrio ormonale caotico che fa ritardare o interrompere del tutto il ciclo.

Inoltre, una grave restrizione calorica colpisce la parte del cervello che “parla” al sistema endocrino, dando istruzioni per la produzione di ormoni riproduttivi. Quando questo canale di comunicazione viene interrotto, gli ormoni possono essere davvero fuori di testa.

3. Hai aumentato l’intensità dell’allenamento

Un regime di esercizio fisico intenso può anche causare periodi mancati. Questo è più comune in coloro che si allenano per diverse ore al giorno. Succede perché, intenzionalmente o meno, stai bruciando molte più calorie di quelle che stai assumendo.

Quando bruci troppe calorie, il tuo corpo non ha abbastanza energia per mantenere in funzione tutti i suoi sistemi. Questo può portare a uno squilibrio ormonale che interrompe il ciclo mestruale, portando a periodi mancanti o tardivi.

Le mestruazioni in genere tornano alla normalità non appena smetti di allenarti così duramente o aumenti l’apporto calorico.

4. Hai PCOS

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è un insieme di sintomi causati da uno squilibrio degli ormoni riproduttivi. Le persone con PCOS non ovulano regolarmente. Di conseguenza, i tuoi periodi possono essere più leggeri del normale, arrivare in momenti incoerenti o scomparire del tutto.

Altri sintomi di PCOS possono includere:

  • peli del viso e del corpo in eccesso o grossolani
  • acne sul viso e sul corpo
  • diradamento dei capelli
  • aumento di peso o difficoltà a perdere peso
  • macchie scure di pelle, spesso sulle pieghe del collo, sull’inguine e sotto il seno
  • etichette della pelle sotto le ascelle o il collo
  • infertilità

5. Stai usando il controllo delle nascite ormonale

Molti adorano la pillola perché rende i loro periodi così regolari. Ma a volte può avere l’effetto opposto, soprattutto durante i primi mesi di utilizzo.

Allo stesso modo, quando smetti di prendere la pillola, possono essere necessari alcuni mesi prima che il tuo ciclo torni alla normalità. Quando il tuo corpo ritorna ai suoi livelli ormonali di base, potresti perdere il ciclo per alcuni mesi.

Se stai usando un altro metodo di controllo delle nascite ormonale, incluso uno IUD, un impianto o un’iniezione, potresti interrompere del tutto il ciclo.

6. Sei in perimenopausa

La perimenopausa è il periodo che precede la menopausa. Di solito inizia tra la metà e la fine degli anni quaranta. La perimenopausa dura circa quattro anni prima che il ciclo si interrompa completamente.

Per molti, i periodi persi sono il primo segno di perimenopausa. Puoi saltare un periodo di un mese e tornare in pista per i tre successivi. Oppure puoi saltare il ciclo per tre mesi di seguito e scoprire che arriva inaspettatamente, spesso più leggero o più pesante di quanto sei abituato.

7. Sei in menopausa precoce

La menopausa precoce, nota anche come insufficienza ovarica prematura, si verifica quando le ovaie smettono di funzionare prima dei 40 anni.

Quando le ovaie non funzionano come dovrebbero, non producono abbastanza estrogeni. Quando i livelli di estrogeni scendono ai minimi storici, inizierai a sperimentare i sintomi della menopausa.

Mestruazioni tardive o mancate possono essere un segno precoce. Potresti anche avvertire vampate di calore, sudorazione notturna e disturbi del sonno.

Altri segni di insufficienza ovarica prematura includono:

  • secchezza vaginale
  • difficoltà a rimanere incinta
  • diminuzione del desiderio sessuale
  • problemi di concentrazione

8. Hai una condizione della tiroide

La tua tiroide è una ghiandola a forma di farfalla nel collo che produce ormoni che aiutano a regolare molte attività nel tuo corpo, incluso il tuo ciclo mestruale. Esistono diverse condizioni tiroidee comuni, tra cui ipotiroidismo e ipertiroidismo.

Sia l’ipotiroidismo che l’ipertiroidismo possono influenzare il ciclo mestruale, causando irregolarità, ma è più probabile che l’ipertiroidismo causi periodi tardivi o mancanti. A volte, il ciclo può scomparire per diversi mesi.

Altri sintomi di un problema alla tiroide includono:

  • palpitazioni
  • l’appetito cambia
  • cambiamenti di peso inspiegabili
  • nervosismo o ansia
  • lievi tremori alle mani
  • fatica
  • modifiche ai tuoi capelli
  • disturbi del sonno

9. Hai un’altra condizione cronica

Alcuni problemi di salute cronici, in particolare la celiachia e il diabete, sono talvolta associati a irregolarità mestruali.

La celiachia è una malattia autoimmune che colpisce il sistema digerente. Quando le persone celiache mangiano glutine, il loro sistema immunitario reagisce attaccando il rivestimento dell’intestino tenue.

Quando l’intestino tenue è danneggiato, compromette la capacità del corpo di assorbire i nutrienti dal cibo. La successiva malnutrizione influisce sulla normale produzione di ormoni e porta a periodi mancanti e altre irregolarità mestruali.

Quelli con diabete di tipo 1 e di tipo 2 potrebbero anche sperimentare un periodo mancato in rari casi. Questo tende ad accadere solo quando i livelli di zucchero nel sangue non sono gestiti a livelli ideali.

10. Sei incinta

Se c’è la possibilità che tu sia incinta e i tuoi cicli sono in genere regolari, potrebbe essere il momento di fare un test di gravidanza. Prova a farlo circa una settimana dopo l’inizio del ciclo. Fare un test troppo presto può provocare un falso negativo.

Se i tuoi periodi sono tipicamente irregolari, può essere più difficile trovare il momento giusto per fare un test di gravidanza. Potresti prenderne alcuni nel corso di diverse settimane o parlare con il tuo medico per essere sicuro.

Altri primi sintomi della gravidanza da tenere d’occhio includono:

  • seno tenero e doloroso
  • seno gonfio
  • nausea o vomito
  • fatica

La linea di fondo

Mancare un periodo può essere allarmante, ma di solito c’è una semplice spiegazione. Tuttavia, se il tuo periodo non è arrivato per più di 40 giorni, è meglio fissare un appuntamento con il tuo medico per vedere cosa sta succedendo.

Lascia un commento