Diabete in un iPhone X e Fitbit Ionic World | DiabetesMine

Condividi su Pinterest

I bulbi oculari del mondo sono stati incollati alla vetrina annuale dei prodotti di Apple questa settimana, poiché la società ha lanciato il suo ultimo e più grande iPhone X e smartwatch in arrivo questo autunno. Mentre siamo tutti abituati alla fanfara, quest’anno è stato diverso per le persone che vivono con il diabete!

Per la prima volta, sembra che l’iconica azienda di dispositivi abbia finalmente consentito ai dispositivi di visualizzazione dei dati sul diabete di abbattere le barriere da PWD (persone con diabete) altamente impegnate e amanti della tecnologia a un pubblico più mainstream.

Sì, stiamo parlando della capacità della tecnologia Apple di visualizzare i dati CGM Dexcom (monitoraggio continuo del glucosio) sullo smartwatch e anche tramite HealthKit su iPhone, nonché le ultime discussioni sulla visualizzazione diretta dei dati sul diabete moduli smart-band di nuova generazione che Apple sta apparentemente creando.

Ora più che mai, il mercato dei consumatori generali ha la possibilità di vedere come questa tecnologia aiuta le persone a vivere meglio con il diabete.

Abbiamo fatto molta strada, piccola

Ad aprile, nell’attuale decimo anniversario del primo lancio di iPhone (alias: WOW!), “La mia editor AmyT si è meravigliata di quanto sia cambiato negli ultimi dieci anni da quando ha scritto quella storia. Lettera aperta a Steve Jobs – invitando i guru del design tecnologico di consumo a contribuire a rendere i dispositivi medici più Apple-esque.

Sembrava – anche mesi fa – che avessimo già raggiunto quel punto a sufficienza. Ma dopo l’evento di Apple di martedì 12 settembre, possiamo vedere che non eravamo nemmeno vicini. Una grande campagna pubblicitaria di Apple Watch pubblicata quel giorno ha mostrato quanto la tecnologia Apple e gli smartwatch siano diventati prevalenti nella nostra società e la nostra D-Community è stata persino riconosciuta in quell’annuncio per il mondo da vedere!

(Vedi annuncio Apple Watch completo di 2:38 minuti sotto, in particolare ai segni di 24 secondi, 1:30 e 1:49 minuti)

Whoa, quanto è fantastico ?!

D-Dad Scott Benner nel New Jersey, la cui figlia Arden vive con T1D ed è l’ispirazione per il suo blog e Juicebox Podcast, è uno di noi che pensa che questo sia un momento molto importante.

“Finalmente abbiamo un produttore di dispositivi nel mondo del diabete che è andato oltre il mondo del diabete”, scrive sul suo blog. “Quando Dexcom ha cercato altri la cui collaborazione potesse migliorare il loro prodotto, non si sono limitati a stringere una relazione con una piccola start-up. Hanno formato una relazione con Apple. La menzione dell’integrazione di Apple Watch con Dexcom in questo annuncio … è Apple ci dice cosa è importante per loro e un segnale di dove stanno concentrando i loro sforzi quando si tratta di spazio sanitario. Per il momento è bello sentire il diabete nel mainstream in modo così positivo, ma penso che questo sia solo l’inizio di come Dexcom e Apple ci faranno sorridere “.

Totalmente, Scott. Uno sviluppo davvero fantastico!

E questo è tutto prima ancora di arrivare al nuovo iPhone X, iPhone 8 e Apple whatch Serie 3 annunci che sono arrivati ​​martedì. Solo alcune delle nuove funzionalità di questa ultima generazione di iPhone includono:

  • Ricarica wireless dell’aria (!)
  • Touchscreen da bordo a bordo
  • Nessun tasto home
  • Riconoscimento facciale (anche se non ha funzionato nel grande giorno della demo …)
  • Fotocamera frontale e doppia fotocamera posteriore

Supponendo che tu possa superare lo shock adesivo di diverse centinaia di dollari per l’iPhone 8 e 8-Plus e gli enormi $ 1,000 (!) Per l’ammiraglia iPhone X … è davvero un’intera nuova generazione di funzionalità tecnologiche.

E non è tutto.

Ad agosto, c’erano notizie su un brevetto Apple che intrecciava sensori che avrebbero misurato vari parametri di salute come la pressione sanguigna. Ciò è avvenuto nello stesso periodo in cui Apple parlava di una fantastica tecnologia per smartwatch che poteva trasmettere e visualizzare i dati D direttamente sulla banda. Ovviamente, tutto ciò si ricollega ai rapporti passati secondo cui si dice che Apple stia lavorando su una tecnologia non invasiva per il diabete che monitorerebbe i livelli di glucosio senza alcuna puntura sulla pelle. Questo rimane sotto l’ombrello “rumor mill” quindi dovremo aspettare e vedere, ma certamente suona molto meno impossibile ora di quanto si credesse una volta.

Nel frattempo, nuovo fornitore di sistemi di gestione del glucosio Una goccia ha raggiunto incredibili incursioni con Apple; la loro è l’unica app per il diabete che consente agli utenti di inserire tutti i dati dall’orologio e l’unica D-app che ha dati clinici mostrando A1C abbassato dal suo utilizzo. Pertanto, hanno ottenuto l’onore di essere l’unica app per il diabete presente in Marketing di Apple Watch Series 3.

Google, Fitbit e oltre

Oltre alla collaborazione con Apple, Dexcom collabora attivamente con Google / Verily Life Sciences su un sensore CGM di nuova generazione che si dice sia una “benda grande quanto una monetina” che aderirà comodamente alla pelle. Pensaci per un momento: al di là di Apple e della mania di iOS (che ovviamente è enorme!), C’è anche tutta un’altra frontiera che Dexcom sta raggiungendo, per non parlare del dominio sui motori di ricerca di Google che gioca nelle opportunità promozionali e di distribuzione. Si spera che ne vedremo una versione di prima generazione entro la fine del 2018 o giù di lì.

E proprio di recente, il 7 settembre, Dexcom ha annunciato una partnership con Fitbit su un nuovo smartwatch – riprendendo da dove Pebble aveva interrotto, dopo che Fitbit aveva acquistato quel concorrente e aveva chiuso la linea Pebble l’anno scorso. La prima iniziativa pianificata è quella di portare i dati CGM Dexcom al nuovo smartwatch Fitbit Ionic, consentendo agli utenti CGM che utilizzano dispositivi Android o iOS di vedere sia i livelli di attività che di glucosio sul polso mentre utilizzano anche la funzione community in-app di Fitbit per connettersi con gli altri cercare supporto, porre domande e condividere. Questo è previsto nel 2018 e ci sono sicuramente altri miglioramenti da seguire.

È molto bello vedere Dexcom lavorare su queste relazioni per portare i dati sul diabete su piattaforme Android, raggiungendo quella parte del mondo non iOS sia nelle offerte tecnologiche che nella consapevolezza del diabete.

È difficile capire tutti i progressi che abbiamo visto in poco meno di cinque anni, dalla nascita del #WeAreNotWaiting movimento nel 2013. Non c’è dubbio che il paziente spirito e movimento fai-da-te abbia acceso un fuoco sotto il settore per accelerare il proprio progresso, e anche le grandi aziende farmaceutiche tradizionali si stanno rendendo conto che viviamo in una nuova era del digitale Salute o muori.

Chiaramente, l’accesso e la convenienza rimangono enormi ostacoli per molti nella D-Community per mettere le mani su tutti questi nuovi strumenti. Molti PWD attualmente non utilizzano un CGM o hanno l’interesse o la capacità di ottenerne uno, ma ciò potrebbe cambiare rapidamente man mano che importanti aziende tecnologiche di consumo come Apple, Google e Fitbit salgono a bordo.

Nel frattempo, la sola consapevolezza del pubblico è davvero notevole. È una pietra miliare di cui tutti possono stare in piedi e prendere atto e, si spera, apprezzare per ciò che significa su tutta la linea per migliorare la cura del diabete.

Lascia un commento