Correndo con il morbo di Crohn

Quasi un milione di persone in tutto il mondo hanno la malattia di Crohn, me compreso. Anche se avere una malattia cronica può essere difficile, certamente non significa che non puoi essere attivo.

La corsa è una delle mie forme di terapia preferite, sia fisica che mentale. Sono un corridore da tre anni. Ho completato cinque mezze maratone e la maratona di New York City del TCS 2017. L’allenamento per una gara può essere difficile quando si vive con la malattia di Crohn, ma alcuni suggerimenti e trucchi possono renderlo più facile.

Ecco alcune cose per aiutarti a iniziare.

Fai lavorare la formazione per TE

Sei capace quanto qualsiasi persona che vive senza il morbo di Crohn. Tuttavia, è importante creare una routine di allenamento che funzioni per il tuo corpo e per come ti senti. Ad esempio, se ti stai allenando per una mezza maratona, in genere dovrai accumulare fino a 25-30 miglia a settimana. Se ti sembra troppo, puoi incorporare l’allenamento incrociato nella tua routine per aiutare a sviluppare la resistenza necessaria per correre su distanze più lunghe.

Ora parliamo di cibo. Correre tutte quelle miglia richiede l’assunzione di calorie extra. Ma se vivi con la malattia di Crohn, aggiungere pasti o spuntini alla tua dieta potrebbe causare disturbi digestivi. Potresti anche non avere appetito per eguagliare la quantità di corsa che stai facendo. Il mio consiglio è di inserire quanti più nutrienti possibile nei pasti che stai già mangiando. Oppure, se sei più uno snacker, aggiungi opzioni di snack salutari e familiari al tuo corpo. Fai ciò che funziona per te, qualunque cosa tu scelga.

Ascolta il tuo corpo

Perché l’allenamento funzioni per te, devi ascoltare il tuo corpo. Uno dei modi migliori per farlo è prestare attenzione a come reagisce il tuo corpo.

È facile farsi prendere dall’entusiasmo di raggiungere i propri obiettivi settimanali. Ma nei giorni in cui soffri di stanchezza o sintomi di Crohn, è meglio lasciare riposare il tuo corpo. Il tuo corpo ti farà sempre sapere di cosa ha bisogno e l’ascolto ripaga. Può essere frustrante saltare una corsa di allenamento, ma sarai più forte per questo.

Niente di nuovo il giorno della gara

La maggior parte dei corridori l’hanno sentito mille volte, ma è particolarmente vero per quelli di noi che convivono con il morbo di Crohn (soprattutto per quanto riguarda il rifornimento). Trovare uno spuntino o un gel energetico che fosse abbastanza facile da digerire durante una corsa di allenamento ha richiesto alcuni tentativi ed errori per me. Ho scoperto che i singoli pacchetti di burro di mandorle funzionano meglio perché sono facili da trasportare e non causano indigestione. Trova qualcosa che sia facile da mangiare e digerire, indipendentemente dal fatto che sia “trendy”. Ma soprattutto, scopri in anticipo cosa funziona per te. Non rischiare di provare qualcosa di nuovo il giorno della tua grande gara, nel caso ti facesse male allo stomaco.

Inoltre, mappare in anticipo il percorso di corsa. Ciò tornerà utile nel caso in cui sia necessario accedere a un bagno mentre si è in movimento. Tieni sempre il cellulare con te mentre corri nel caso in cui inizi a sentirti male e hai bisogno di contattare una persona cara per chiedere aiuto.

Divertiti e sii presente

Un consiglio che vorrei lasciarti è di goderti ogni momento dell’allenamento e delle gare. Tagliare il traguardo è una delle migliori sensazioni al mondo. Vivere con la malattia di Crohn non cambia le cose.

Completare una gara è un lavoro duro e non è qualcosa che la maggior parte delle persone (con o senza il Crohn) riesce a fare. Sii presente per ogni miglio della gara, prendi tutto e sii estremamente orgoglioso di ciò che hai realizzato. Te lo sei guadagnato!

Kristin DeClara è una scrittrice di Brooklyn, New York. Vive con la malattia di Crohn da 17 anni. Si considera una vera buongustaia, appassionata di corsa e appassionata di fitness. Spera di condividere con i lettori una visione positiva e divertente della vita.

Lascia un commento