5 consigli per affrontare la “febbre da cabina” durante un ricovero sul posto

L’auto-quarantena può essere difficile, ma affrontarla non è impossibile.

Condividi su Pinterest

Quando molti di noi entrano nella nostra seconda settimana di auto-quarantena, potremmo provare quella sensazione irrequieta, irritabile, intrappolata e scontenta che abbiamo imparato a chiamare “febbre da cabina”.

Se sei da qualche parte nello spettro di “il mio compagno di stanza respirava sempre così forte?” e “sto per radermi tutta la testa se non riesco a tagliarmi i capelli”, potresti aver bisogno di un po ‘di sollievo dalla febbre.

Poiché l’autoisolamento e l’allontanamento sociale sono ancora la nostra migliore scommessa per contenere l’epidemia di COVID-19, è più importante che mai non lasciare che la nostra “febbre da cabina” metta a repentaglio la salute di noi stessi e delle nostre comunità.

Con questi parametri in mente, ecco alcuni suggerimenti per sopravvivere in un rifugio sul posto senza soccombere alla “febbre da cabina”.

1. Connettiti con la natura

Uscire è una parte fondamentale della salute mentale, ma non tutti hanno la capacità di farlo in questo momento, in particolare se fai parte di un gruppo ad alto rischio. Quindi, se i grandi spazi aperti non sono accessibili in questo momento, puoi comunque provare a portare un po ‘di all’aperto all’interno.

Alcune opzioni includono:

  • Apri tutte le finestre. Se riesci a far muovere una brezza nel tuo spazio, può aiutare le cose a sentirsi meno contenute e più spaziose.
  • Investi in alcune piante d’appartamento. Le piante d’appartamento possono aiutare uno spazio a sentirsi più vivo e connesso al mondo esterno. Ci sono anche negozi online come The Sill che consegnerà le piante direttamente a casa tua.
  • Immergiti in un documentario sulla natura. Pianeta Terra, chiunque? Abbassa le luci, ascolta un po ‘di suono surround se puoi e lasciati perdere nelle immagini e nei suoni del mondo naturale.
  • Ottieni un po ‘di rumore ambientale. Ci sono innumerevoli playlist e app che includono suoni della natura come le onde dell’oceano, i temporali, il cinguettio degli uccelli, ecc. Non è una cattiva idea usarli per calmarsi quando ti senti cauto.

2. Fai muovere il tuo corpo

Quando ti senti agitato, muoverti può essere utile per scaricare quell’irrequietezza. Ciò non significa che devi diventare un maratoneta o un appassionato di fitness durante la tua auto-quarantena! Puoi mantenerlo semplice e divertente come desideri.

Suggerimento: Joyn, un’app gioiosa per il fitness “per tutti i corpi”, ha creato 30+ delle sue classi GRATIS per le persone che sono in quarantena! Comprende lezioni di danza, cardio a basso impatto, yoga e altro ancora.

3. Ritagliati del tempo tranquillo

A volte la nostra “febbre da cabina” deriva in realtà dall’essere sovrastimolati o sopraffatti, soprattutto se siamo rinchiusi con altre persone. Trovare un modo per accedere a un po ‘di calma e solitudine può essere particolarmente utile in questo caso.

Alcune opzioni (magari dopo aver detto ai tuoi coinquilini di PIPE DOWN per un’ora) includono:

  • Cuffie o tappi per le orecchie con cancellazione del rumore. Non è un cattivo investimento in questo momento e, a differenza della carta igienica, puoi ancora acquistarla online. Se il suono del respiro di qualcun altro ti sta facendo impazzire, questo potrebbe essere un vero toccasana.
  • Fai una doccia o un bagno consapevole. Molte app di meditazione, incluse Abitudine semplice, includi meditazioni guidate per quando sei sotto la doccia o il bagno e ce ne sono alcune che puoi trovare anche su YouTube. Ma la semplice pratica della consapevolezza – essere consapevoli delle sensazioni corporee ed essere presenti – può aiutare a calmare il corpo e la mente.
  • Prova lo yoga delicato. Lo yoga delicato può essere incredibilmente utile per calmare il nostro sistema nervoso. Queste posizioni yoga per l’insonnia sono ottime per calmarsi.
  • ASMR, chiunque? Alcune persone giurano sull’ASMR, che usa il suono per combattere ansia, insonnia e altro. Questa guida è un’ottima introduzione all’ASMR e ai suoi usi.

4. Ridipingere e / o riorganizzare il tuo spazio

Non sottovalutare cosa possono fare pochi semplici cambiamenti per rendere il tuo spazio più abitabile. Se hai intenzione di accovacciarti per un minuto, potrebbe valere la pena cambiare le cose.

Alcuni suggerimenti / ispirazione per te:

  • Dai la priorità alla spaziosità. Ampi spazi aperti! Se ci sono mobili che non ti servono in questo momento (come sedie extra per la sala da pranzo o una sedia da lavoro che usi solo durante il giorno), prova a riporli in un armadio o anche in un corridoio quando non lo sono in uso. Se c’è l’opportunità di riorganizzare i tuoi mobili per rendere la tua stanza più aperta, sperimenta e guarda cosa succede.
  • Lontano dagli occhi, lontano dal cuore. Il disordine può rendere la “febbre da cabina” molto più ingestibile. Considera l’idea di nascondere le decorazioni in eccesso, come gli oggetti che di solito esporesti su un tavolo o uno scaffale.
  • Sperimenta con l’illuminazione. L’illuminazione può effettivamente avere un grande impatto sul nostro umore. Se c’è mai stato un momento per appendere delle luci scintillanti, sostituire le luci fluorescenti con una lampada più morbida o investire in un proiettore di luce che mette le stelle o le onde dell’oceano sul soffitto (sì, queste esistono!), Ora è il tempo.
  • Fai del tuo meglio per mantenere le cose in ordine. So che sembra ovvio, ma è particolarmente importante mantenere le cose il più ordinate possibile ed evitare il disordine. Questa guida al decluttering quando si è depressi è un modo utile per avvicinarsi al riordino quando le cose sono difficili.
  • Crea una lavagna della visione. Se hai una stampante, vecchie riviste da ritagliare o un’affinità per il disegno, ora è un ottimo momento per creare un promemoria stimolante delle tue speranze per il futuro. Anche se il futuro potrebbe sembrare incerto, può essere utile sognare le possibilità invece di fissarsi sulla paura. E, bonus, può illuminare il tuo spazio!

5. Trasportati da qualche altra parte

Quando tutto il resto fallisce, a volte abbiamo solo bisogno di immaginarci completamente altrove. Per fortuna, ci sono molti modi creativi per farlo.

Suggerimento: se sei una persona a cui piacciono i videogiochi, addentrarsi in un altro mondo può essere una bella tregua. Per i giocatori che non giocano, giochi come The Sims che ti consentono di creare una vita separata per te stesso possono essere catartici. Per altri, guardando una playlist di tour “tiny house” o uno spettacolo di viaggio preferito può essere rilassante o perdersi in un romanzo fantasy.

Se tutti gli altri falliscono? Ricorda che la “febbre da cabina” non è per sempre. 

L’auto-quarantena può essere difficile, ma affrontarla non è impossibile.

In effetti, può essere una grande opportunità per essere creativi su come utilizzare il proprio spazio, mentre si sviluppano nuove abilità nella cura di sé che saranno utili molto tempo dopo un ricovero sul posto.

E, cosa più importante, significa che stai prendendo le precauzioni necessarie per proteggere te stesso e la tua comunità!

Fare la tua parte per “appiattire la curva”, anche se a volte scomodo, è la miglior difesa che abbiamo per rallentare l’esposizione. Stai facendo la cosa giusta, quindi resisti.

Sam Dylan Finch è un editore, scrittore e stratega dei media digitali nella Bay Area di San Francisco. È il capo redattore di salute mentale e malattie croniche presso Healthline. Trovalo su Twitter e Instagrame scopri di più su SamDylanFinch.com.

Lascia un commento